INFORMATIVA: Questo sito utilizza solo cookie tecnici per migliorare l'uso dei servizi da parte dei suoi utenti. Se vuoi saperne di più clicca qui. Se accedi a un qualunque elemento sottostante questo banner acconsenti all'uso dei cookie.
   
 

Lunedì
29 Nov 2021

Beata Maria Maddalena dell'Incarnazione (Caterina Sordini) Fondatrice

Luna: 3 gg dopo
Ultimo Quarto

Meglio asino che porti, che cavallo che butti a terra
Meteo nel Salento: temp. 13 C, Umid. rel. 67%, Scirocco (6.69 m/s, Vento moderato), press. 1003 hPa
 
 Home » Dillo alla Rete!
Contatta Japigia.comJapigia e' su facebook: clicca mi piaceSegui Japigia su TwitterRSSNews FeederCerca sul Circuito Japigia

Fai conoscere queste pagine ad un tuo amico!

Grazie per aver scelto di segnalare ad amici o conoscenti il nostro Portale e le sue informazioni.

Mediante questa procedura stai segnalando:

Furto di fossili

Furto al Museo del Parco dei Fossili

La scorsa notte è stato commesso un furto, uno ormai degli innumerevoli, che si perpetuano da anni nelle dimore di campagna a Cutrofiano. Il carattere unico e paradossale del gesto, che lo accosta alle fantasie dei cartoonist di Arsenio Lupin, non ce ne vogliano i geniali autori, consiste nel fatto che è stato compiuto al Parco dei Fossili di Cutrofiano, nella sede del Museo Malacologico delle Argille. Le fredde cronache comprovano che, nottetempo, gli arguti lestofanti hanno manomesso i cancelli, divelto la porta d'ingresso del Museo e trafugato un vecchio proiettore con circa quaranta diapositive, alcuni esemplari sotto formalina (qualche grillo e scarafaggio), pochi souvenirs, e quasi 140 conchiglie fossili. Le indagini, mirate all'individuazione degli autori di questo atto, veramente squallido e picaresco, sono condotte dal Comandante della locale stazione dei Carabinieri, Maresciallo Paolo Scupola.Il gesto, in sé, è meritorio di copertura con il famoso velo pietoso; ciò che si vuole rimarcare è la sua inutilità, visto che è perpetrato con l'intento di ricavare denaro da materiali che di notevole non hanno nulla, se non il valore scientifico. Quasi tutti, naturalmente al di fuori dei progettisti del furto, sanno che la preziosità di questo tipo di reperti è tendente allo zero, visto che sono difficilmente commercializzabili. Il luogo in cui è avvenuto il fatto costituisce di contro un esempio importantissimo di tutela e di valorizzazione del patrimonio paleontologico italiano ed europe visitato ogni anno da migliaia di studenti e turisti. [...]

 

E` sufficiente compilare i pochi campi che seguono e cliccare il bottoncino "Invia" proposto in basso:

Il tuo nome: (80)
La tua E-mail: (60)
 
E-mail dei destinatari
(indicare al massimo 5 indirizzi, usando le funzioni
Inserisci ed Elimina per la loro gestione):
 
Scrivi, se lo desideri, il tuo commento
alla pagina che stai segnalando (max 600 caratteri):
 

No al ritorno del nucleare!
Japigia di Paola Beatrice Arcano, Casarano (Lecce)
Realizzazione siti Internet, Portali, Grafica computerizzata e servizi turistici.
E' vietato il plagio, anche parziale, dei contenuti del sito.
Per informazioni, contatti, suggerimenti: Contattateci!
Copyright e info legge 62/01 - Privacy e Cookie
Partita I.V.A 03471880752 - R.E.A. CCIAA Le/224124