INFORMATIVA: Questo sito utilizza solo cookie tecnici per migliorare l'uso dei servizi da parte dei suoi utenti. Se vuoi saperne di più clicca qui. Se accedi a un qualunque elemento sottostante questo banner acconsenti all'uso dei cookie.
   
 

Lunedì
20 Feb 2017

Sant' Eleuterio di Tournai Vescovo

Luna: 2 gg dopo
Ultimo Quarto

Un cuore lieto e forte vince l'amara sorte
Meteo nel Salento: temp. 14 °C, Umid. rel. 36%, Maestrale (3.09 m/s, Brezza leggera), press. 1022 hPa
 
 Home » Tutti i Comuni
Contatta Japigia.comJapigia e' su facebook: clicca mi piaceSegui Japigia su TwitterRSSNews FeederCerca sul Circuito Japigia

Tutti i Comuni

Ancora sul perché di un nome

Mappa della Puglia

Abbiamo avuto modo di parlare spesso, nel corso di questi anni ed in tante pagine del portale del perché abbiamo deciso di usare il nome Japigia.

Dopo i necessari approfondimenti mitologici (il secondo figlio di Icaro, Japìge, che guida i Cretesi sino alle coste del Salento), è necessario ricordare l'opera che, prima di ogni altra, parlò di questo lembo di Terra Italiana come di un'entità ben precisa, con una storia che ne ha caratterizzato territorio ed abitanti: il De Situ Japygiae di Antonio Ferraris detto il Galateo.

Il primo appassionato di Salento

Il Galateo cercava di far conoscere, attraverso quest'opera (l'unica giunta sino a noi del grande Maestro) ai suoi amici partenopei le bellezze della terra che gli aveva dato i natali. Egli scrisse, rigorosamente in greco, tutte le informazioni giunte sino a lui sul finire del medio evo. Parlò della greca Taranto, della Messapica Brindisi, di Otranto, Lecce e Castro.

Si sa, poi, come vanno a finire queste cose: l'idea, in buona sostanza, piacque, e, nel corso dei secoli molti si unirono al coro e prese forma una fiorente letteratura dedicata alla Japigia che, grazie all'importanza di Lecce, cominciò ad essere meglio conosciuta con il nome di Terra d'Otranto; furono, così, dati alle stampe gli scritti del Tasselli, dell'Arditi, ma, soprattutto, del De Giorgi.

E', infatti, grazie all'opera laboriosa ed attenta di Cosimo De Giorgi che il Salento e la Terra d'Otranto trovano il loro massimo sostenitore.

Documento creato il 20/03/2004 (18:28)
Ultima modifica del 16/03/2011 (13:57)

 

Articoli collegati, per maggior approfondimento:

Altro su questo portale Internet:

  1. Cosimo De Giorgi,
    (http://www.japigia.com/le/lizzanello/index.shtml?A=degiorgi)
    Un grande studioso Salentino: Cosimo De Giorgi
  2. Il Galateo,
    (http://www.japigia.com/le/galatone/index.shtml?A=galateo)
    Antonio de Ferrariis detto il Galateo
No al ritorno del nucleare!
Japigia di Paola Beatrice Arcano, Casarano (Lecce)
Realizzazione siti Internet, Portali, Grafica computerizzata e servizi turistici.
E' vietato il plagio, anche parziale, dei contenuti del sito.
Per informazioni, contatti, suggerimenti: Contattateci!
Copyright e info legge 62/01 - Privacy e Cookie
Partita I.V.A 03471880752 - R.E.A. CCIAA Le/224124