INFORMATIVA: Questo sito utilizza solo cookie tecnici per migliorare l'uso dei servizi da parte dei suoi utenti. Se vuoi saperne di più clicca qui. Se accedi a un qualunque elemento sottostante questo banner acconsenti all'uso dei cookie.
   
 

Martedì
11 Dic 2018

San Damaso I Papa

Luna: Fra 3 gg
Primo Quarto

E' meglio pace certa che vittoria sperata
Meteo nel Salento: temp. 13 °C, Umid. rel. 67%, Scirocco (6.69 m/s, Vento moderato), press. 1003 hPa
 
 Home » I Comuni » Galatina » Notizie storiche
Contatta Japigia.comJapigia e' su facebook: clicca mi piaceSegui Japigia su TwitterRSSNews FeederCerca sul Circuito Japigia

Notizie storiche

Galatina: le origini

galatina, la fontana in piazza

Molte sono le ipotesi formulate sulle sue origini, la tradizione locale asserisce che Galatina sia stata fondata da alcuni coloni greci, questi intitolarono il primo nucleo abitato alla Dea Minerva il cui animale sacro era la civetta, infatti, oggi lo troviamo come simbolo sull'emblema della città.

Di Galatina fanno parte tre frazioni: Noha, Santa Barbara e Collemeto

Feudatari

galatina, palazzo del centro storicoSul finire del XIV secolo Carlo I d'Angiò concesse a Ugo del Balzo il feudo di Galatina.

Alla sua morte succedette nel 1318 il figlio Raimondo conte di Soleto che ampliò le mura di Galatina.

Alla morte di Raimondo avvenuta nel 1375 il feudo passò nelle mani di Nicolò Orsini conte di Nola che sposò Maria del Balzo.

Da questo matrimonio nacque Ramondello Orsini.

Questi tornato in Italia, dopo aver combattuto nell'oriente, sposò nel 1385 la contessa di Lecce Maria d'Enghien.

Si racconta

galatina, l abazia di santa caterina

Si narra che quando Ramondello era in oriente andò a venerare le reliquie di Santa Caterina che erano posti in una chiesa basiliana. Quando stava per tornare a casa, portò con lui l'anulare della Santa, e giunto a Galatina fece innalzare in onore della Santa una chiesa, l'unica all'epoca di rito latino, in cui fu posta la reliquia. La costruzione di questa chiesa risale al 1391, e fu concessa da Urbano VI a Ramondello per riconoscenza in quanto lo salvò durante l'assedio di Nocera nel 1384 da parte degli angioini.

Documento creato il 11/08/2004 (14:09)
Ultima modifica del 11/08/2004 (14:09)
No al ritorno del nucleare!
Japigia di Paola Beatrice Arcano, Casarano (Lecce)
Realizzazione siti Internet, Portali, Grafica computerizzata e servizi turistici.
E' vietato il plagio, anche parziale, dei contenuti del sito.
Per informazioni, contatti, suggerimenti: Contattateci!
Copyright e info legge 62/01 - Privacy e Cookie
Partita I.V.A 03471880752 - R.E.A. CCIAA Le/224124