INFORMATIVA: Questo sito utilizza solo cookie tecnici per migliorare l'uso dei servizi da parte dei suoi utenti. Se vuoi saperne di più clicca qui. Se accedi a un qualunque elemento sottostante questo banner acconsenti all'uso dei cookie.
   
 

Martedì
16 Lug 2019

Beata Vergine Maria del Monte Carmelo

Luna: Fra 1 gg
Luna Piena

Uomo carnale, nulla vale
Meteo nel Salento: temp. 13 °C, Umid. rel. 67%, Scirocco (6.69 m/s, Vento moderato), press. 1003 hPa
 
 Home » I Comuni » Copertino » Monumenti da visitare
Contatta Japigia.comJapigia e' su facebook: clicca mi piaceSegui Japigia su TwitterRSSNews FeederCerca sul Circuito Japigia

Monumenti da visitare

Monumenti importanti sono:

copertino, torre dell orologioIl centro storico e racchiuso nelle antiche mura fatte costruire nel 1430 da Tristano Chiaramonte per proteggere il paese dalle continue invasioni.

Il Convento di Santa Chiara dalla particolare torre che risale al XVI secolo

La Chiesa dedicata alla Madonna delle Grazie, dalle suggestive pitture sulla volta databili al XVII secolo ma risalente al 1576.

La Chiesa di San Giuseppe di Copertino, a pianta ottagonale, fatta costruire nel 1754 sui resti della sua casa natia, fu progettata dall'architetto Adriano Pepe sempre da Copertino.

La Chiesa Parrocchiale

copertino, portale della chiesaLa Chiesa Parrocchiale, dedicata alla Madonna è stata edificata nel 1088 sul volere del normanno Goffredo I conte di Lecce, fu restaurata per la prima volta nel 1235, dal principe di Taranto, lo svevo Manfredi; nel 1563 fu quasi del tutto rifatta dai conti di Copertino Squaeciafico, infine nel 1707 fu nuovamente ristrutturata, e trasformata in stile barocco.

Importanti sono le opere al suo interno, dai dipinti dello Strafella, rinomato pittore copertinese vissuto nel XVI secolo, a quelli di fra Angelo da Copertino vissuto nel XVII secolo, agli intarsi realizzati dal maestro Raffaele Monteanni di Lequile nel 1793.

Il Campanile della Chiesa fu eretto nel 1597 dai maestri Verdesca e nel 1603 furono installate le campane.

Il Castello

copertino, il castelloIl maestoso Castello la cui costruzione fu iniziata nel 1270 con l'intento di farne la dimora ufficiale del feudatario, intorno al 1530 fu ingrandito e ristrutturato sul progetto dell'architetto Evangelista Menga e ultimato nel 1540. Oggi rappresenta una delle più importanti fortezze pugliesi.

La struttura si sviluppa su due piani a pianta quadrangolare ai cui angoli si innalzano quattro bastioni a forma di lancia il tutto circondato da un ampio e profondo fossato; al castello si accede tramite una sola porta dove un tempo vi era un ponte levatoio oggi vi è un ponte costruito in pietra.

La porta d'accesso è tutta decorata vi sono nicchie, edicole medaglioni nei quali sono scolpite le teste dei nobili che hanno vissuto nel Salento da Goffredo I il normanno al Manfredi, da Carlo I d'Angiò a Gualtiero di Brenna e così via. Sull'architrave sono scolpite i trofei di guerra vinti dai Castriota nelle battaglie contro i francesi e a favore degli Aragonesi.

Una volta oltrepassato il portale centrale si giunge in un ampio atrio scoperto di forma trapezoidale a cui si affaccia la chiesetta dedicata a San Marco al cui interno oltre agli affreschi, che pare siano stati eseguiti dallo Strafella, sono conservati gli antichi sarcofagi dei conti Squarciafico

Appena fuori dal paese si trovano:

il Convento di San Niocolò di Casole costruito su un antica abbazia basiliana e ristrutturato nel 1513.

Il Convento della Grottella dove visse San Giuseppe da Copertino, in origine era una cripta, nel cui interno era custodito un affresco raffigurante la Madonna, ma nel 1577 il vescovo di Nardò Cesare Bovio fece costruire una chiesa che nel 1618 fu donata ai padri Conventuali dal suo successore il vescovo Girolamo De Franchis. Accanto alla chiesa i frati fecero costruire il convento.

Documento creato il 06/08/2004 (11:00)
Ultima modifica del 07/03/2011 (18:15)
No al ritorno del nucleare!
Japigia di Paola Beatrice Arcano, Casarano (Lecce)
Realizzazione siti Internet, Portali, Grafica computerizzata e servizi turistici.
E' vietato il plagio, anche parziale, dei contenuti del sito.
Per informazioni, contatti, suggerimenti: Contattateci!
Copyright e info legge 62/01 - Privacy e Cookie
Partita I.V.A 03471880752 - R.E.A. CCIAA Le/224124