INFORMATIVA: Questo sito utilizza solo cookie tecnici per migliorare l'uso dei servizi da parte dei suoi utenti. Se vuoi saperne di più clicca qui. Se accedi a un qualunque elemento sottostante questo banner acconsenti all'uso dei cookie.
   
 
Il salento che lavora

Venerdì
19 Gen 2018

Santi Mario

Luna: 3 gg dopo
Luna Nuova

Non c'è denaro che paghi la libertà.
Meteo nel Salento: temp. 8 °C, Umid. rel. 93%, Levante (3.09 m/s, Brezza leggera), press. 1012 hPa
 
 Home » I Comuni » Minervino di Lecce » Minervino: la chiesa
Contatta Japigia.comJapigia e' su facebook: clicca mi piaceSegui Japigia su TwitterRSSNews FeederCerca sul Circuito Japigia

Altri documenti

Minervino: la chiesa

Visibile la Facciata della Chiesa Madre di Minervino

Minervino di Lecce: il rosone della chiesa Matrice

Erano alcuni mesi che non avevo modo di recarmi a Minervino di Lecce; comunque, negli ultimi quattro anni non avevo mai avuto il piacere di vedere la facciata della Chiesa Madre della cittadina, a causa del perdurare dei lavori di restauro.

Come è facile immaginare, il materiale usato per la costruzione, è la comune "pietra leccese". Nonostante qui a Minervino fosse più dura e resistente alle carie ed alla corrosione, i quattro secoli di vita del monumento hanno imposto un restauro per cercare di rimediare ai danni che le ingiurie del tempo avevano causato.

Un grande piacere

Minervino di Lecce: torre dell orologioInutile dire il piacere che ho avuto entrando in quella spaziosa e pulita piazza principale, dopo aver percorso alcune stradine del centro storico. Non si notava più il brutto verde delle reti di protezione ma solo il chiarore della pietra ripulita. In verità qualche impalcatura rimane ancora, visto che, ad oggi, proseguono i lavori di restauro dell’ingresso secondario della chiesa (quello che dà sulla piazza) e della torre dell’orologio (la facciata est della costruzione).

Tuttavia, attraversata la piazza ed imboccata via Scarciglia, il grande rosone ed il portale della facciata spiccano in tutta la loro bellezza!

Una piccola Santa Croce

La chiesa è stata da molti e, primo fra tutti, il De Giorgi, paragonata ad una copia, in piccolo, della basilica di Santa Croce a Lecce.

Ricami barocchi molto simili a quelli della chiesa di Lecce ne ingentiliscono la facciata che rimane, comunque, ben quadrata. Il grande rosone barocco sembra inghiottire lo sguardo del visitatore, sembrando quasi fuori misura per quella semplice facciata.

Qualche informazione

Minervino di Lecce: la chiesa matriceLa Chiesa Madre fu costruita intorno al 1570, in epoca barocca. La chiesa insisteva nel più importante dei sedici borghi che, in quel tempo, suddividevano il territorio di Minervino e che si chiamava, appunto, Borgo Minervino.

Ha orientamento da ovest (ingresso principale) ad est; il lato sud dà sull’ampia piazza, terminando con la torre dell’orologio, alta circa 16 metri e sovrastata da due campane, mentre il lato nord è addossato al confinante Palazzo Scarciglia.

L’interno è a "croce latina"; la volta non è abbellita da affreschi ma solo da cordoni scolpiti nella volta che ne congiungono le chiavi. L’interno è bianco e pulito, a seguito dei primi lavori di restauro tenutisi dopo il 1975. Questi lavori hanno eliminato dalla volta e dalle pareti gli stucchi barocchi che l’abbellivano; anche l’abside ha avuto la stessa sorte: sono stati eliminati l’altare maggiore e l’organo.

Ovviamente, tali lavori, probabilmente necessari per il consolidamento della struttura, hanno stravolto la chiesa così come, per secoli, la gente di Minervino era abituata a vederla.

Documento creato il 10/05/2004 (12:51)
Ultima modifica del 11/03/2011 (18:34)
No al ritorno del nucleare!
Japigia di Paola Beatrice Arcano, Casarano (Lecce)
Realizzazione siti Internet, Portali, Grafica computerizzata e servizi turistici.
E' vietato il plagio, anche parziale, dei contenuti del sito.
Per informazioni, contatti, suggerimenti: Contattateci!
Copyright e info legge 62/01 - Privacy e Cookie
Partita I.V.A 03471880752 - R.E.A. CCIAA Le/224124