INFORMATIVA: Questo sito utilizza solo cookie tecnici per migliorare l'uso dei servizi da parte dei suoi utenti. Se vuoi saperne di più clicca qui. Se accedi a un qualunque elemento sottostante questo banner acconsenti all'uso dei cookie.
   
 

Martedì
19 Nov 2019

Santa Matilde di Hackeborn (o di Helfta) Monaca

Luna: Ultimo Quarto

Il dotto molto pensa e poco parla, non pensa l'ignorante e sempre ciarla.
Meteo nel Salento: temp. 13 °C, Umid. rel. 67%, Scirocco (6.69 m/s, Vento moderato), press. 1003 hPa
 
 Home » I Comuni » Scorrano » Presenze archeologiche
Contatta Japigia.comJapigia e' su facebook: clicca mi piaceSegui Japigia su TwitterRSSNews FeederCerca sul Circuito Japigia

Presenze archeologiche

Presenze archeologiche

scorrano menhirAl contrario, il territorio è interessato da diverse presenze archeologiche che ne testimoniano inoppugnabilmente la frequentazione umana a partire da un periodo che va dal tardo eneolitico (età preistorica successiva alla neolitica, o della pietra levigata, e nella quale si scoprono i primi metalli), fino alle soglie della c.d. età moderna.

Il menhir Cupa, il ripostiglio di bronzi del fondo "Pezzate";

La grotticella-sepolcro del bosco "Pecorara", le due epigrafi Messapiche coi frammenti di trabeazione, le tombe medioevali, l'epigrafe tardo-bizantina, il tesoretto di 55 monete d'argento, sono tutti elementi che corroborano la tesi secondo la quale l'unica serie di reperti, certamente non romana e sulla base della quale si possono fare delle congetture sulle origini di questo centro, e' quella rinvenuta fuori dallo stanziamento attuale.

Ma non essendoci nessun reperto riferentesi alla zona abitata ed essendo più probabile che Scorrano sia sorta come insediamento rurale fortificato (curion) bisognerebbe propendere per una origine bizantina (come risulterebbe da approfonditi studi compiuti di recente da Giangreco). A fondamento di tale tesi bastano i più puntuali riferimenti architettonici, religiosi, linguistici e culturali in senso lato.

(Testo gentilmente concesso a Japigia dal Dr. Luigi Adamuccio.)

Documento creato il 11/08/2004 (13:29)
Ultima modifica del 11/03/2011 (17:43)

 

Articoli collegati, per maggior approfondimento:

Altro su questo portale Internet:

  1. Luigi Adamuccio,
    (http://www.japigia.com/docs/index.shtml?A=adamuccio)
    Note biografiche di Luigi Adamuccio
No al ritorno del nucleare!
Japigia di Paola Beatrice Arcano, Casarano (Lecce)
Realizzazione siti Internet, Portali, Grafica computerizzata e servizi turistici.
E' vietato il plagio, anche parziale, dei contenuti del sito.
Per informazioni, contatti, suggerimenti: Contattateci!
Copyright e info legge 62/01 - Privacy e Cookie
Partita I.V.A 03471880752 - R.E.A. CCIAA Le/224124