INFORMATIVA: Questo sito utilizza solo cookie tecnici per migliorare l'uso dei servizi da parte dei suoi utenti. Se vuoi saperne di più clicca qui. Se accedi a un qualunque elemento sottostante questo banner acconsenti all'uso dei cookie.
   
 
Il salento che lavora

Venerdì
19 Gen 2018

Santi Mario

Luna: 3 gg dopo
Luna Nuova

Non c'è denaro che paghi la libertà.
Meteo nel Salento: temp. 8 °C, Umid. rel. 93%, Levante (3.09 m/s, Brezza leggera), press. 1012 hPa
 
 Home » I Comuni » Alezio » Il Medioevo
Contatta Japigia.comJapigia e' su facebook: clicca mi piaceSegui Japigia su TwitterRSSNews FeederCerca sul Circuito Japigia

Altri documenti

Il Medioevo

L'anno mille

Le fortune di Alezio ebbero termine intorno all'anno mille, quando le orde Saracene la saccheggiarono e la rasero al suolo; gli abitanti sopraffatti da tanta violenza fuggirono, trovando rifugio a Gallipoli, dove si stabilirono mescolandosi alla popolazione locale.

Per alcuni secoli non si parlò più di Alezio e di quello che era stato il suo antico splendore.

Il Periodo Angioino

Con l'avvento degli Angioini, le continue vessazioni di questi nei confronti di Gallipoli, spinsero alcuni oriundi Aletini a fare ritorno al vecchio e ormai distrutto paese di origine, a ricostruire alcune abitazioni e a ristabilirvisi. Essi diedero vita a quella che, nei secoli futuri, sarebbe diventata la moderna Alezio.

Questa resurrezione della cittadina è stata tenuta in grande considerazione e, ancora oggi, gli Aletini sono legati alle antiche origini: a emblema della città è stata eletta l'araba fenice, il mitologico uccello che risorge dalle proprie ceneri, proprio come è successo ad Alezio nel corso della sua millenaria storia; completa l'emblema, in basso, la scritta Alexsias, in caratteri greci, a imperituro ricordo delle antiche origini messapiche.

Documento creato il 01/08/2002 (19:12)
Ultima modifica del 01/08/2002 (19:12)
No al ritorno del nucleare!
Japigia di Paola Beatrice Arcano, Casarano (Lecce)
Realizzazione siti Internet, Portali, Grafica computerizzata e servizi turistici.
E' vietato il plagio, anche parziale, dei contenuti del sito.
Per informazioni, contatti, suggerimenti: Contattateci!
Copyright e info legge 62/01 - Privacy e Cookie
Partita I.V.A 03471880752 - R.E.A. CCIAA Le/224124