INFORMATIVA: Questo sito utilizza solo cookie tecnici per migliorare l'uso dei servizi da parte dei suoi utenti. Se vuoi saperne di più clicca qui. Se accedi a un qualunque elemento sottostante questo banner acconsenti all'uso dei cookie.
   
 

Giovedì
19 Lug 2018

Sant' Arsenio il Grande Eremita

Luna: Fra 1 gg
Primo Quarto

Cambiano i suonatori ma la musica è sempre quella.
Meteo nel Salento: temp. 13 °C, Umid. rel. 67%, Scirocco (6.69 m/s, Vento moderato), press. 1003 hPa
 
 Home » I Comuni » Campi Salentina » Madonna delle Grazie
Contatta Japigia.comJapigia e' su facebook: clicca mi piaceSegui Japigia su TwitterRSSNews FeederCerca sul Circuito Japigia

Altri documenti

Madonna delle Grazie

Madonna delle Grazie

campi salentina, la chiesa matriceSecondo quanto inciso sulla cornice del rosone posto sulla facciata della chiesa, la sua costruzione risale al 1579.

Nel XVII la facciata principale realizzata dal maestro Martinelli da Copertino, sostituì quella più antica; nella nuova facciata l'architrave è sorretta da quattro colonne, due per lato, in alto tra una colonna e l'atra furono collocate le statue di Santo Oronzo e Santa Lucia da un lato e San Nicola e Sant'Irene dall'altro.

In posizione centrale fu collocata la statua della Madonna delle Grazie tra le statue di San Francesco e di Sant'Antonio poggiate tutte su dei faccioni che a dirla alla De Giorgi "...tutte tre posanti sopra mascheroni grossolani che - Dio perdoni lo scultore! - vorrebbero essere angioli del paradiso, e son mostri infernali..."

L'interno della Chiesa

Il suo interno si sviluppa a croce latina a tre navate, lateralmente troviamo il coro da una parte e la sacrestia dall'altra.

Nel XVIII secolo, come tutte le costruzioni salentine, anche questa chiesa ha subito il fascino del barocco e i suoi altari furono ristrutturati seguendo le regole del nuovo stile architettonico, tanto che dell'antica chiesa rimase solo l'abside dietro l'altare maggiore.

Al suo trovano posto lateralmente una serie di Cappelle ed altari; troviamo la Cappella dedicata a S. Agnese degli inizi del 600, l'altare dedicato a San Carlo fatto costruire nel 1611, l'altare delle Anime del Purgatorio, del SS. Rosario, della Visitazione della Vergine, eretto nel 1619, di San Michele Arcangelo, del SS. Crocefisso, della Madonna del Carmine, e quello centrale dedicato alla Madonna delle Grazie circondato da un coro in legno finemente scolpito e realizzato in marmo policromo

Al suo interno da ammirare ancora il battistero, il pulpito e l'organo realizzati in legno intagliato e ricoperti d'oro zecchino.

Documento creato il 05/08/2004 (10:53)
Ultima modifica del 18/03/2011 (15:57)
No al ritorno del nucleare!
Japigia di Paola Beatrice Arcano, Casarano (Lecce)
Realizzazione siti Internet, Portali, Grafica computerizzata e servizi turistici.
E' vietato il plagio, anche parziale, dei contenuti del sito.
Per informazioni, contatti, suggerimenti: Contattateci!
Copyright e info legge 62/01 - Privacy e Cookie
Partita I.V.A 03471880752 - R.E.A. CCIAA Le/224124