INFORMATIVA: Questo sito utilizza solo cookie tecnici per migliorare l'uso dei servizi da parte dei suoi utenti. Se vuoi saperne di più clicca qui. Se accedi a un qualunque elemento sottostante questo banner acconsenti all'uso dei cookie.
   
 

Giovedì
16 Ago 2018

San Rocco Pellegrino e Taumaturgo

Luna: Fra 2 gg
Primo Quarto

A buon cavaliere non manca lancia.
Meteo nel Salento: temp. 13 ░C, Umid. rel. 67%, Scirocco (6.69 m/s, Vento moderato), press. 1003 hPa
 
 Home » I Comuni » Nardo` » Notizie storiche
Contatta Japigia.comJapigia e' su facebook: clicca mi piaceSegui Japigia su TwitterRSSNews FeederCerca sul Circuito Japigia

Notizie storiche

Nard˛: la sua millenaria storia.

Ha il territorio pi¨ vasto della Provincia di Lecce che comprende ben sette frazioni: S. Maria al Bagno, S. Caterina, Villaggio Boncore, Villaggio Resta, Cenate, S. Isidoro e Pagani.

Protettore del paese Ŕ S. Gregorio Armeno che viene festeggiato con grande solennitÓ il 20 febbraio.

Le origini

nard˛ vicolo del centro storico nard˛ vicolo del centro storico

Le origini della cittadina sono antichissime, e numerose sono le ipotesi formulate sulla sua fondazione; la pi¨ accreditata, comunque, vuole come fondatori del paese un gruppo di coloni Cretesi che si stanziarono nel luogo in cui un toro, con una scalciata aveva fatto fuoriuscire dal terreno dell'acqua.

Quest'immagine, molto cara ai neretini, Ŕ riportata sia sull'arma civica che su una fontana in Piazza Salandra.

Il suo nome, invece, lo deve alla ricchezza di falde acquifere del sottosuolo da cui deriva il termine Neret¨m(luogo ricco d'acque).

Alcuni ritrovamenti risalenti al VII a.C. dimostrano che Nard˛ fu un fiorente centro Messapico.

Vicende storiche

nard˛ vicolo del centro storicoMolteplici sono state le vicissitudini di questa cittadina.

Nel III secolo a.C. dopo lunghi periodi di guerra si allea, con la vicina cittÓ di Taranto e con Pirro, re dell'Epýro, contro i romani, i quali nel 266 a.C. la distruggono. Viene, cosý, abbandonata per alcuni decenni e solo nel II secolo d.C. ritrova il suo splendore.

Nel 341 d.C. infatti diviene sede del municipium romano e di un porto ad esso annesso, ma con la caduta dell'impero, Nard˛ perde gran parte del suo nuovo splendore.

Nel V secolo d.C Nard˛ risente dell'influenza bizantina e, nel VIII secolo, in seguito alla venuta dei monaci basiliani, viene completamente riedificata: furono fatte nuove costruzioni, tra cui l'abbazia di Santa Maria di Nerito (sostituita dall'attuale Cattedrale) che viene elevata dall'antipapa Giovanni XXIII a Sede Episcopale, sotto la diretta dipendenza della Santa Sede.

Dal 806 d.C. al 1058 Nard˛ fa parte della provincia di Terra d'Otranto.

Nel 1058 Goffredo di Conversano s'impadroný della cittÓ trasformandola in contea normanna, in questo periodo fu costruito il castello e le mura attorno alla cittÓ.

La dominazione Normanna dura fino all'anno 1212, anno in cui Federico II di Svevia la cede al conte Simone Gentile, suo intimo amico. In quel periodo Nard˛ era considerata l'Atene delle lettere, tanto che le sue scuole erano conosciute in tutto il regno.

Documento creato il 08/11/2004 (20:30)
Ultima modifica del 07/03/2011 (18:22)
No al ritorno del nucleare!
Japigia di Paola Beatrice Arcano, Casarano (Lecce)
Realizzazione siti Internet, Portali, Grafica computerizzata e servizi turistici.
E' vietato il plagio, anche parziale, dei contenuti del sito.
Per informazioni, contatti, suggerimenti: Contattateci!
Copyright e info legge 62/01 - Privacy e Cookie
Partita I.V.A 03471880752 - R.E.A. CCIAA Le/224124