INFORMATIVA: Questo sito utilizza solo cookie tecnici per migliorare l'uso dei servizi da parte dei suoi utenti. Se vuoi saperne di più clicca qui. Se accedi a un qualunque elemento sottostante questo banner acconsenti all'uso dei cookie.
   
 
Il salento che lavora

Sabato
25 Nov 2017

Santa Caterina d'Alessandria Martire

Luna: Fra 1 gg
Primo Quarto

Ogni mulino vuole la sua acqua
Meteo nel Salento: temp. 11 °C, Umid. rel. 94%, assenza di vento, press. 1021 hPa
 
 Home » I Comuni » Castrignano del Capo » La Chiesa di San Pietro
Contatta Japigia.comJapigia e' su facebook: clicca mi piaceSegui Japigia su TwitterRSSNews FeederCerca sul Circuito Japigia

La Chiesa di San Pietro

La Chiesa di San Pietro

Giuliano: la chiesetta di San Pietro (1999)

Ci sono molte leggende in merito ai viaggi degli Apostoli ed è anche noto che San Pietro giunse in Italia attraverso la Puglia e, precisamente, passando dal Salento; infatti, sono molti i paesi che rivendicano il passaggio del primo Papa dal loro territorio e, a ricordo, hanno dedicato il nome del paese stesso.

A Giuliano, frazione di Castrignano del Capo, in ricordo del passaggio del Santo Apostolo, fu eretta una chiesetta, oggi, ormai, ridotta a pochi muri pericolanti privi di tetto.

Le origini della chiesetta

Giuliano: la chiesetta di San Pietro (1999)

La Chiesa di San Pietro, risale al decimo secolo d. C. anche se è plausibile pensare che sorga su una costruzione preesistente.

La chiesa ha una sola navata, per una lunghezza di circa dieci metri, una larghezza di quattro ed un'altezza di cinque. Le modalità costruttive sono le stesse usate per la costruzione delle Centopietre di Patù: sono stati usati, cioè, enormi massi presi dalle vicine mura messapiche.

Anche se il tetto non esiste più ed i muri sono ormai dei ruderi, è facile riscontrare delle analogie con la chiesa di San Giovanni Battista a Patù, che lascia intravedere la mano dello stesso costruttore.

All'interno è possibile ancora vedere qualche residuo di affresco in stile Bizantino.

La realizzazione

Interessanti sono le tombe che si trovano all'esterno, fuori dalla chiesa e il pozzetto che si trova a ridosso dell'abside.

Questa chiesa è stata realizzata con una struttura spiovente con il tetto a capanna, essendo ad un'unica navata, sorretto da travi di legno e ricoperto da canne e tegole.

E' possibile vedere il monumento all'uscita del paese di Giuliano, vicino al cimitero.

Documento creato il 31/03/2004 (12:29)
Ultima modifica del 15/03/2011 (18:33)
No al ritorno del nucleare!
Japigia di Paola Beatrice Arcano, Casarano (Lecce)
Realizzazione siti Internet, Portali, Grafica computerizzata e servizi turistici.
E' vietato il plagio, anche parziale, dei contenuti del sito.
Per informazioni, contatti, suggerimenti: Contattateci!
Copyright e info legge 62/01 - Privacy e Cookie
Partita I.V.A 03471880752 - R.E.A. CCIAA Le/224124