INFORMATIVA: Questo sito utilizza solo cookie tecnici per migliorare l'uso dei servizi da parte dei suoi utenti. Se vuoi saperne di più clicca qui. Se accedi a un qualunque elemento sottostante questo banner acconsenti all'uso dei cookie.
   
 

Lunedì
19 Ago 2019

Santa Sara Moglie di Abramo

Luna: Fra 3 gg
Ultimo Quarto

Al prudente non bisogna consiglio
Meteo nel Salento: temp. 13 °C, Umid. rel. 67%, Scirocco (6.69 m/s, Vento moderato), press. 1003 hPa
 
 Home » Cinquecentine
Contatta Japigia.comJapigia e' su facebook: clicca mi piaceSegui Japigia su TwitterRSSNews FeederCerca sul Circuito Japigia

Cinquecentine

Cinquecentine

P. Perrone ha già scritto sulla ricchezza dell'edizioni del sec. XVI e sui conferimenti di diverse splendide cinquecentine alla "R. Caracciolo" di Lecce, io posso aggiungere che in questi ultimi mesi le circa 80 cinquecentine qui rimaste sono state catalogate e computerizzate dal "Coordinamento SIBA" (Serv. Informatici Bibliotecari di Ateneo) dell'Università di Lecce, per realizzare un catalogo prov. unico degli incunaboli e delle cinquecentine, posseduti dalle Biblioteche Statali, Ecclesiastiche e private della provincia di Lecce.

Le varie Edizioni

Sono edizioni provenienti dai più prestigiosi tipografi di Lione, Venezia, Anversa, Salamanca, Colonia, Basilea, Madrid, Roma, Napoli, con note manoscritte sul frontespizio per indicare l'appartenenza al Convento dei Frati Riformati di Lequile e l'uso di Fr... Per averne un'idea mi piace ricordare i 10 vv. delle Opere di S. Agostino (1584), stampati a Venezia da Giov. Battista Sessa; i 4 tomi delle Opere di S. Cirillo Alessandrino (1546), stampati a Basilea da J. Herwagen; il vol. di Luigi Contarino, in italiano, veramente interessante dal titolo Il vago e dilettevole giorno... Le sette meraviglie del mondo (1597), stampato a Vicenza presso Perin Eredi; i 7 vv della splendida e monumentale "Biblia Sacra cum glossis, interlineari et ordinaria" di Fr. Nicola di Lira, raffigurato in uno degli affreschi della biblioteca, stampati a Lione da Gaspar Treschel nel 1545, restaurati a Noci negli anni 1980. È infine particolarmente importante un piccolo volume di Lauteri Giacomo, Duo libri del modo di fare le fortificazioni di terra stampato a Venezia nel 1559 presso Marcolini Francesco, con la firma autografa di Fr. Nicolò da Lequile, celebre architetto riformato, che costruì tra l'altro la raffinata Chiesa del Crocifisso di Galatone.

Un opera interessante...

Un'opera che ritengo singolare è un volume senza copertina di Giov. Lorenzo d'Anania (calabrese), "L'universale fabrica del mondo ovvero Cosmografia" (1596), stampato a Venezia presso Muschio Andrea, in cui vi sono 4 tavv. geografiche dell'Europa, dell'Asia, dell'Africa e dell'America, incise su rame, e tratta, fra l'altro, delle erbe e delle altre cose preziose e di medicinali; è un testo annotato quasi ad ogni pagina. Sempre nell'ambito storico-geografico notiamo un esemplare restaurato di Plinius Secundus Gaius, Historia naturalis (1580), stampato a Venezia, presso Fabio e Agostino Zoppini, con note manoscritte firmate da P Bonaventura di Vetrana, quasi certamente P Bonaventura Sicara di Avetrana (1750-1830), che ha dimorato a Lequile per sei anni ed ha insegnato logica a Manduria nello Studentato filosofico e teologia a Lecce nel Convento S. Maria al Tempio (nota 13).

Le opere sul Corpo Umano

La realtà del corpo umano, da sviluppare e da curare, era tenuta in grande considerazione dai Frati Riformati, per cui non meraviglia la presenza di due opere significative in questo campo: Mercuriale Girolamo, Artis gymnasticae (1569), stampato a Venezia, presso Giunta (Luca Antonio), e il volume del celebre Jean-Françoise Femel, medico e matematico francese (1497-1558), il quale sostenne le teorie galeniche arricchendole con contributi della scuola sanitaria araba: Opera medicinalia (1566), stampato a Venezia, presso Portonari Francesco; queste due opere non sono collocate nella sala della Biblioteca, ma nella sala Archivio.

Un Edizione rara

É importante, infine, segnalare un'edizione piuttosto rara, sempre nella sala Archivio, di un frate osservante di Giovinazzo, rappresentante del pensiero scotista nel Mezzogiorno d'Italia: Giovanni Vallone, Lectura absolutissima super formalitatibus Scoti, stampato a Venezia presso Francesco de' Franceschi nel 1588, che è l'ultima edizione, dove è detto chiaramente che Fr. Giovanni è "Minorita Regularis Observantiae" (nota 14).

In questo esemplare vi è un ex libris "ad usum Fr. Gregori ... applica[tus] Convento S. F. a Lequilis", che indica l'appartenenza del volume a Fr. Gregorio Cascione da Lequile, il vero fondatore della Biblioteca (nota 15).

(Testo gentilmente concesso a Japigia da P. Luigi De Santis, ofm. pubblicato su "Miscellanea Franciscana Salentina" 14-15 (1998/99).

Documento creato il 08/03/2004 (17:12)
Ultima modifica del 08/03/2004 (17:12)

Fortune Cookie...

Occhio che piange cuore che sente.
No al ritorno del nucleare!
Japigia di Paola Beatrice Arcano, Casarano (Lecce)
Realizzazione siti Internet, Portali, Grafica computerizzata e servizi turistici.
E' vietato il plagio, anche parziale, dei contenuti del sito.
Per informazioni, contatti, suggerimenti: Contattateci!
Copyright e info legge 62/01 - Privacy e Cookie
Partita I.V.A 03471880752 - R.E.A. CCIAA Le/224124