INFORMATIVA: Questo sito utilizza solo cookie tecnici per migliorare l'uso dei servizi da parte dei suoi utenti. Se vuoi saperne di più clicca qui. Se accedi a un qualunque elemento sottostante questo banner acconsenti all'uso dei cookie.
   
 

Mercoledì
13 Nov 2019

San Florido (Fiorenzo) di Città di Castello e Amanzio Vescovo

Luna: 1 gg dopo
Luna Piena

Per una buona copia occorre un buon originale.
Meteo nel Salento: temp. 13 °C, Umid. rel. 67%, Scirocco (6.69 m/s, Vento moderato), press. 1003 hPa
 
 Home » I Comuni » Melendugno » La Torre di Roca
Contatta Japigia.comJapigia e' su facebook: clicca mi piaceSegui Japigia su TwitterRSSNews FeederCerca sul Circuito Japigia

La Torre di Roca

La torre di guardia

Roca Vecchia: antica torre (1999)Dopo la conquista saracena, Roca versō per molti anni in pessime condizioni. Il suo castello, per secoli baluardo di difesa delle terre salentine contro i mori, fu abbandonato.

Tuttavia, le sue condizioni non impedivano a pirati ed a balordi di ogni tipo di usarlo come base per le scorrerie nella nostra provincia. Per questo motivo, Carlo V diede l'ordine che venisse definitivamente raso al suolo: era, circa, il 1535.

Circa trent'anni dopo, sull'isoletta di fronte ai resti del castello, fu fatta costruire una Torre di guardia, in grado di sorvegliare un ampio tratto di costa, ed in grado di ospitare due uomini con il compito di dare l'allarme all'intero sistema difensivo salentino in caso di attacco nemico.

Nel 1576, per potenziamento della difesa, la torre fu anche dotata di un cannone e di sufficienti munizioni.

Documento creato il 07/05/2004 (14:19)
Ultima modifica del 07/03/2011 (18:11)
No al ritorno del nucleare!
Japigia di Paola Beatrice Arcano, Casarano (Lecce)
Realizzazione siti Internet, Portali, Grafica computerizzata e servizi turistici.
E' vietato il plagio, anche parziale, dei contenuti del sito.
Per informazioni, contatti, suggerimenti: Contattateci!
Copyright e info legge 62/01 - Privacy e Cookie
Partita I.V.A 03471880752 - R.E.A. CCIAA Le/224124