INFORMATIVA: Questo sito utilizza solo cookie tecnici per migliorare l'uso dei servizi da parte dei suoi utenti. Se vuoi saperne di più clicca qui. Se accedi a un qualunque elemento sottostante questo banner acconsenti all'uso dei cookie.
   
 

Lunedì
23 Ott 2017

San Giovanni da Capestrano Sacerdote

Luna: 3 gg dopo
Luna Nuova

Studia, non per sapere di più, ma per sapere meglio degli altri.
Meteo nel Salento: temp. 19 °C, Umid. rel. 68%, Ponente (4.63 m/s, Brezza tesa), press. 1006 hPa
 
 Home » La via dei pellegrini
Contatta Japigia.comJapigia e' su facebook: clicca mi piaceSegui Japigia su TwitterRSSNews FeederCerca sul Circuito Japigia

La via dei pellegrini

A Leuca per le indulgenze

strade di campagna percorse dai pellegriniIl Santuario di Leuca, posto sull'estremo lembo della terra Italiana ha sempre rappresentato per la Chiesa un luogo di fede importantissimo. Per questo, nel corso dei secoli, recarsi in pellegrinaggio sin qui significava guadagnarsi parte del Paradiso.

Ma i pellegrini del medio evo, purtroppo, non avevano mezzi di trasporto se non le proprie gambe e, spesso, giungere sino a Leuca poteva essere un viaggio ad altissimo rischio. Ogni tipo di briganti e furfanti imperversava nelle valli tra le serre e le coste potevano essere ben più rischiose a causa dei predoni. Al povero pellegrino non restava che recarsi a Leuca seguendo una strada che correva lungo il crinale delle colline dell'entroterra.

Non a caso, sulla sommità delle nostre colline si trovano spesso chiese e punti di sosta, un tempo utilizzati da viandanti e pellegrini. Questa strada, antichissima, prese ben presto il nome di "Via dei Pellegrini" o, anche, dei peccatori, visto che questi si recavano a Leuca per chiedere perdono ed indulgenza per i propri peccati.

La chiesa di Sant'Angelo

chiesa di sant angeloUn tratto della strada corre nei pressi di Specchia, lungo il crinale della serra che domina il paese.

Qui è possibile scorgere i resti della chiesa di Sant'Angelo di cui restano due volte a botte e parte della scala che, un tempo, portava al piano superiore.

La costruzione potrebbe essere dei primi decenni del 1400, costruita quasi come contraltare della ben più importante chiesa dei Francescani Neri di Specchia, eretta, secondo la tradizione, al ritorno di San Francesco dalla Terra Santa.

Documento creato il 09/08/2005 (08:06)
Ultima modifica del 16/03/2011 (16:37)

Fortune Cookie...

La fatica genera la scienza, come l`ozio la demenza.
Il salento che lavora
Japigia di Paola Beatrice Arcano, Casarano (Lecce)
Realizzazione siti Internet, Portali, Grafica computerizzata e servizi turistici.
E' vietato il plagio, anche parziale, dei contenuti del sito.
Per informazioni, contatti, suggerimenti: Contattateci!
Copyright e info legge 62/01 - Privacy e Cookie
Partita I.V.A 03471880752 - R.E.A. CCIAA Le/224124