INFORMATIVA: Questo sito utilizza solo cookie tecnici per migliorare l'uso dei servizi da parte dei suoi utenti. Se vuoi saperne di più clicca qui. Se accedi a un qualunque elemento sottostante questo banner acconsenti all'uso dei cookie.
   
 
Il salento che lavora

Sabato
25 Nov 2017

Santa Caterina d'Alessandria Martire

Luna: Fra 1 gg
Primo Quarto

Ogni mulino vuole la sua acqua
Meteo nel Salento: temp. 11 °C, Umid. rel. 94%, assenza di vento, press. 1021 hPa
 
 Home » I Comuni » Gallipoli » Fontana
Contatta Japigia.comJapigia e' su facebook: clicca mi piaceSegui Japigia su TwitterRSSNews FeederCerca sul Circuito Japigia

Fontana

La Fontana

francobolloLa Fontana di Gallipoli, nota anche con il nome di Fontana Antica, è una delle più vecchie fontane italiane. Ad essa è stato anche dedicato, dalle Poste, un francobollo della famosa serie delle Fontane d'Italia, che ne sottolinea la fama e l'importanza.

Per moltissimo tempo, le genti del luogo, hanno ritenuto la Fontana di origine ellenica. Oggi, però, tutti gli studiosi concordano nel pensare al monumento come frutto del rinascimento: tuttavia, osservandolo, si viene attratti da alcuni particolari che fanno sorgere delle perplessità.

Le facciate

Il monumento è posto a pochi passi dalla banchina del porto peschereccio, e volge le due facce a Nord-Ovest e Sud-Est.

gallipoli, lapide sulla fontana antica

La facciata a Nord-Ovest ha caratteristiche rinascimentali ed una lapide in marmo riporta chiaramente la data in cui è stata effettuata la costruzione o, per lo meno, il restauro: 1760.

La facciata rivolta a Sud-Est, verso la Chiesa del Canneto, è costituita da un trittico in travertino in cui sono figurate le metamorfosi delle ninfe Dirce, Biblide e Salamace, trasformate dagli dei, per colpa della loro passione, in tre fonti.

gallipoli, fontana anticaQuesta facciata, al contrario dell'altra, appare logora, palesando un'età maggiore dell'altra. Anche le scritte latine, che campeggiano in ognuno dei tre altorilievi, a volte, sono illeggibili.

Sembra quasi che, la parte della fontana più vecchia, sia ciò che rimane di un monumento più antico, trasformato in un fontana (non dimentichiamo che Gallipoli era una fiorente cittadina della Magna Grecia prima e comune di Roma successivamente) o che, dando voce alle credenze popolari, la fontana sia sempre stata là, pur avendo subito, nei secoli, molti e cospicui rimaneggiamenti, ultimo dei quali, quello del '700, ad opera del sindaco di allora Nicola Doxi-Stracca, come riportato in una lapide marmorea posta sulla facciata Nord-Ovest del monumento.

Documento creato il 17/08/2004 (12:32)
Ultima modifica del 26/03/2011 (15:55)
No al ritorno del nucleare!
Japigia di Paola Beatrice Arcano, Casarano (Lecce)
Realizzazione siti Internet, Portali, Grafica computerizzata e servizi turistici.
E' vietato il plagio, anche parziale, dei contenuti del sito.
Per informazioni, contatti, suggerimenti: Contattateci!
Copyright e info legge 62/01 - Privacy e Cookie
Partita I.V.A 03471880752 - R.E.A. CCIAA Le/224124