INFORMATIVA: Questo sito utilizza solo cookie tecnici per migliorare l'uso dei servizi da parte dei suoi utenti. Se vuoi saperne di più clicca qui. Se accedi a un qualunque elemento sottostante questo banner acconsenti all'uso dei cookie.
   
 
Il salento che lavora

Sabato
25 Nov 2017

Santa Caterina d'Alessandria Martire

Luna: Fra 1 gg
Primo Quarto

Ogni mulino vuole la sua acqua
Meteo nel Salento: temp. 11 °C, Umid. rel. 94%, assenza di vento, press. 1021 hPa
 
 Home » I Comuni » Gallipoli » Altre Chiese
Contatta Japigia.comJapigia e' su facebook: clicca mi piaceSegui Japigia su TwitterRSSNews FeederCerca sul Circuito Japigia

Altre Chiese

Santuario di S. Maria del Canneto

gallipoli, la chiesa del canneto

La chiesa sorge sul luogo occupato, un tempo, dall'antica chiesetta dei cavalieri teutonici di San Giovanni.

Caduta in rovina, la vecchia chiesa fu abbattuta per costruire la nuova sul finire del 1600. La chiesa è stata eletta a Parrocchia nel 1915.

La Chiesa del Canneto è un prestigioso esempio di barocco leccese, imitando, molto bene, i fastosi decori della Cattedrale. Conserva al suo interno capolavori di pittura del napoletano Luca Giordano e del Gallipolino Giovan Domenico Catalano ed una statua di San Nicola del XVI secolo, proveniente dall'ormai inesistente chiesa del porto.

Questa chiesa è una delle più care al popolo i Gallipoli che, in luglio, in occasione della festa della Madonna del Canneto, tiene una fiera nel piazzale antistante.

La chiesetta di Santa Cristina

gallipoli, cappella di santa cristina

Fin dal 1807 questa piccola chiesetta, eretta ai bordi del porto peschereccio, affiancava i plinti del ponte levatoio che collegava la città vecchia con la terraferma mediante una stradina.

All'interno della cappella vi era, anticamente, un altare dedicato alla Santa Patrona. Fu, in seguito, sconsacrata e destinata a ripostiglio per le reti.

Nel 1865 fu nuovamente assegnata al culto, in occasione della grande epidemia di colera che colpì questi luoghi. In questa occasione, infatti, il popolo di Gallipoli chiese l'intercessione di Santa Cristina affinché la malattia scomparisse.

Chiesa e confraternita di Santa Maria degli Angeli

gallipoli, chiesa santa maria degli angeli

La Chiesa della Confraternita dedicata alla Madonna degli Angeli fu innalzata attorno al 1665 a spese dell'omonima confraternita di devoti pescatori.

gallipoli, chiesa santa maria degli angeliEssi vollero che il tempio fosse rivolto a ponente, verso il mare aperto, in modo che potesse dar loro protezione.

L'edificio presenta, sul prospetto frontale, un bellissimo pannello di maioliche, con impressa l'immagine della Madonna detta Santa Maria degli Angeli.

Il pannello risale al secolo scorso ed è stato più volte restaurato: la salsedine, infatti, lo aveva gravemento rovinato. L'ultimo restauro, comunque, risale all'ormai lontano 1942.

All'interno della chiesa della congregazione è custodita una serie di preziosi dipinti, realizzati nel 1700 dal maestro Diego Bianchi.

Chiesa della SS. Trinità e delle Anime del Purgatorio

gallipoli, chiesa della confraternita delle animeLa confraternita che ha sede, oggi, in questa chiesa, prima della sua costruzione, era ospitata nella cattedrale. La chiesa, infatti, fu edificata attorno al 1660, seguendo i disegni di Padre Carlo Coi.

I confratelli erano i nobili gallipolini che praticavano la questua a suffragio delle Anime del Purgatorio.

La chiesa conserva pregevoli dipinti di Giuseppe Franco e Liborio Riccio; molto caratteristico è il ben conservato pavimento maiolicato.

Documento creato il 18/08/2004 (10:19)
Ultima modifica del 18/08/2004 (10:19)
No al ritorno del nucleare!
Japigia di Paola Beatrice Arcano, Casarano (Lecce)
Realizzazione siti Internet, Portali, Grafica computerizzata e servizi turistici.
E' vietato il plagio, anche parziale, dei contenuti del sito.
Per informazioni, contatti, suggerimenti: Contattateci!
Copyright e info legge 62/01 - Privacy e Cookie
Partita I.V.A 03471880752 - R.E.A. CCIAA Le/224124