INFORMATIVA: Questo sito utilizza solo cookie tecnici per migliorare l'uso dei servizi da parte dei suoi utenti. Se vuoi saperne di più clicca qui. Se accedi a un qualunque elemento sottostante questo banner acconsenti all'uso dei cookie.
   
 

Martedì
28 Feb 2017

Martedì Grasso

Luna: 3 gg dopo
Luna Nuova

Una pianta che ha molti frutti non li matura tutti.
Meteo nel Salento: temp. 19 C, Umid. rel. 60%, Ponente (2.57 m/s, Brezza leggera), press. 1016 hPa
 
 Home » La costa del Nord Salento
Contatta Japigia.comJapigia e' su facebook: clicca mi piaceSegui Japigia su TwitterRSSNews FeederCerca sul Circuito Japigia

La costa del Nord Salento

La costa Ionica del Nord Salento

torre chianca

Prosecuzione geografica dei lidi sabbiosi della provincia di Taranto, la costa salentina del versante Ionico del nord Salento si presenta bassa e sabbiosa per lunghi tratti.

Solo in pochi punti la sabbia è interrotta da piccoli scogli di arenaria che movimentano il paesaggio donandogli dei tratti caratteristici.

Da questa parte, le località più attive durante l'estate sono Torre Lapillo, Torre Chianca ma, soprattutto Porto Cesareo e Torre Sant'Isidoro.

Sono insediamenti umani antichi, località di mare a poca distanza dall'antica via Traiana Salentina, che hanno sempre rappresentato un punto di riferimento per gli abitanti della zona e per i marittimi. Durante l'alto medioevo questi luoghi furono dotati di torri di avvistamento (da qui deriva il loro nome), a salvaguardia delle coste e, spesso, delle fonti d'acqua dolce, in modo da impedire ai pirati di rifornirsene.

Porto Cesareo

il porto di porto cesareo

Tra tutte, la località più ambita è, certamente, Porto Cesareo. Cittadina di origini romane (si chiamava a quel tempo Sasinae), è da pochi decenni diventato comune autonomo, il cui territorio è derivato da una "costola" dell'ampio "feudo" di Nardò, città da cui dipese amministrativamente per secoli.

Le spiagge sono ampie, la sabbia fine e delicata. Alcuni isolotti proteggono la città e la sua costa dai marosi, creando un ambiente unico. Una delle isole, coperta da una splendida pineta, prende il nome di Isola dei Conigli, per il gran numero di animali che l'abitavano. Ci si può giungere praticamente a piedi, attraversando il breve tratto di mare che la separa dalla città: l'acqua, infatti, a seconda delle maree, arriva a stento al ginocchio.

Gli isolotti della costa

L'Isola dei Conigli è una costola sabbiosa che si distende parallelamente alla cittadina; la arricchisce una piacevole pineta che nasconde un tesoro: una spiaggia limpida e bellissima racchiusa in una baia che ricorda uno dei tanti atolli sperduti della Polinesia...

Altri isolotti arricchiscono la costa; sono, tuttavia, piccoli scogli di dimensioni estremamente ridotte. Unica eccezione degna di nota è l'Isola della Malva un isolotto posto lungo la costa a protezione delle calette.

Porto Cesareo ed i turisti

Nel bene e nel male, Porto Cesareo è molto attiva turisticamente nei mesi estivi. Residenti dei paesi limitrofi dell'entroterra e turisti affollano i tanti locali e ristoranti anche se, purtroppo, ci vengono spesso segnalati disservizi causati, prevalentemente, dall'incredibile aumento della popolazione.

In tanti, purtroppo, approfittano di questa situazione: i fitti sono spesso molto elevati ed i parcheggi a pagamento impediscono di muoversi liberamente. Fortunatamente un discreto numero di spiagge libere fa da contraltare ai tanti stabilimenti balneari.

Torre Sant'Isidoro

torre sant'isidoro

L'antica torre di avvistamento che da il nome al luogo è veramente il simbolo di questa località. Un piccolo villaggio popolato prevalentemente in estate e con tanta pace e tranquillità nei mesi invernali. La sua posizione, quasi centrale tra Porto Cesareo e le Marine di Nardò, la pone in una posizione di privilegio, sufficientemente lontana dal trambusto delle cittadine.

Qui è attivo un rinomato mercato del pesce, cui fanno riferimento molti residenti per approvvigionarsi di mitili e pesce azzurro.

Documento creato il 08/10/2005 (16:07)
Ultima modifica del 08/10/2005 (16:07)
Il salento che lavora
Japigia di Paola Beatrice Arcano, Casarano (Lecce)
Realizzazione siti Internet, Portali, Grafica computerizzata e servizi turistici.
E' vietato il plagio, anche parziale, dei contenuti del sito.
Per informazioni, contatti, suggerimenti: Contattateci!
Copyright e info legge 62/01 - Privacy e Cookie
Partita I.V.A 03471880752 - R.E.A. CCIAA Le/224124