INFORMATIVA: Questo sito utilizza solo cookie tecnici per migliorare l'uso dei servizi da parte dei suoi utenti. Se vuoi saperne di più clicca qui. Se accedi a un qualunque elemento sottostante questo banner acconsenti all'uso dei cookie.
   
 

Sabato
17 Ago 2019

San Giacinto

Luna: 2 gg dopo
Luna Piena

L'ignoranza é la peggiore delle povertà.
Meteo nel Salento: temp. 13 °C, Umid. rel. 67%, Scirocco (6.69 m/s, Vento moderato), press. 1003 hPa
 
 Home » 24 GRANA in concerto
Contatta Japigia.comJapigia e' su facebook: clicca mi piaceSegui Japigia su TwitterRSSNews FeederCerca sul Circuito Japigia

Archivio 2004

mostra altre voci

24 GRANA in concerto

Archivio 2004: 11 giugno 2004

285tour on the road - evento finale: Venerdì 11 giugno 2004 alle h. 21.30: 24 GRANA in concerto Abbiategrasso (MI) c/o q.re Fiera (via Ticino, 72) Ingresso Libero!!!

Biografia:

Affacciatisi su una scena napoletana verso la metà degli anni '90, i 24 Grana hanno subito avuto dalla loro una capacità di coinvolgimento e un potere comunicativo eccezionali. Un dub denso di tensione, una scrittura di testi da cui si intravedevano affascinanti immagini, la personalità del front-man Francesco Di Bella, la miscela tra la propria musica e la tradizione popolare napoletana furono alcuni degli ingredienti che imposero all'attenzione di molti la giovane formazione.

Che, nel 1997, giunse alla pubblicazione di Loop, primo album ufficiale preceduto solamente da un acerbo mini-cd contenente quattro pezzi. In Loop la maturazione è palpabile pur non giungendo, specie dal punto di vista esecutivo, a toccare picchi altissimi. Ma quanto emerge dal prodotto dei 24 Grana è qualcosa che può essere definito solo positivo; nient'altro che un antipasto a qualcosa che, ci scommisero in molti, sarebbe stato ben più succoso.

Le performance dal vivo restano tra le esperienze più interessanti offerte dall'ensemble napoletano; una testimonianza è contenuta in Live (1998), che fotografa Di Bella & Co sul palco del Teatro Nuovo. Un lavoro da cui evince urgenza e passionalità, trasporto e poesia. Una registrazione ritoccata pochissimo in studio e l'essenza pura di suoni e feedback fanno di esso un disco live tremendamente vero. In cui le note si mischiano al sudore, al fumo, alle facce della gente che scandiscono i testi; in cui un'unica onda avvolge la band riversandola in una platea mai sazia di emozioni.

Il 1999 è l'anno di Metaversus; probabilmente a tutt'oggi l'opera più importante dei 24 Grana. Definibile tale non solo per la sua grossa qualità e per il successo ottenuto ma anche perché le sue ombre fecero luce sui quattro artisti napoletani e sulle loro reali capacità. Metaversus scacciò via le ingombranti presenze degli Almamegretta e fu testimone di voglia di rimettersi in discussione e di resettare il proprio sound in favore di un altro ben più ossessivo, duro e nervoso. Il dub viene lasciato a riecheggiare in molti angoli del lavoro mentre chitarre di matrice rock, con ammiccamenti punk, fanno la parte del padrone nei brani dell'album. La scrittura si fa nervosa e, a tratti, maggiormente provocatoria, i disagi giovanili sono cantati con impressionante lucidità.

Una tempesta la cui quiete è puntualmente rappresentata da K-Album (2001) in cui le liriche si avvicinano alla speranza e all'amore, alle riflessioni malinconiche condite da candidi sorrisi. Inevitabilmente la musica subisce una ulteriore svolta; qui si fa più lineare e morbida, più struggente e attraversata da un pathos che ha i suoi punti di maggiore bellezza quando le dinamiche si intrecciano su sé stesse in ripetute ed intriganti giravolte. Canzoni che diventano manifesti di una pacata intensità che è linea dominante anche dell’Overground Live 2002, testimonianza dell'ultimo tour che ha portato la band di Napoli su e giù per l'Italia.

Risale a pochi mesi fa Underpop (2003), il loro ultimissimo album, che segna ancora una volta un distacco dai lavori precedenti pur essendo attraversato da un filo conduttore che rende riconoscibile, per non dire inconfondibile, la band. La solarità delle atmosfere che attraversa i solchi di questa quarta fatica di studio ha ben pochi riscontri nella produzione passata: fotografa, senza mezzi termini, lo stato d'animo attuale dei componenti della band, oltre che una consolidata maturità in fase compositiva ed esecutiva. Presenta pure la novità dell'innesto deciso della lingua italiana tra le liriche in napoletano.

"Quattro dischi tra loro profondamente diversi la dicono lunga sulle capacità dei 24 Grana... inducendoci a confermare l'ensemble partenopeo come una delle migliori espressioni del rock tricolore."

Comunicato curato da: TUTTIPERUNOUNOPERTUTTI

Documento creato il 22/07/2004 (10:14)
Ultima modifica del 22/07/2004 (10:14)

Fortune Cookie...

Oggi creditore, domani debitore
No al ritorno del nucleare!
Japigia di Paola Beatrice Arcano, Casarano (Lecce)
Realizzazione siti Internet, Portali, Grafica computerizzata e servizi turistici.
E' vietato il plagio, anche parziale, dei contenuti del sito.
Per informazioni, contatti, suggerimenti: Contattateci!
Copyright e info legge 62/01 - Privacy e Cookie
Partita I.V.A 03471880752 - R.E.A. CCIAA Le/224124